Sbriciolona di branzino

sbriciolona-di-branzino
Stamani, quando mi sono avvicinata al banco del pesce non avevo ancora idea di cosa prendere, su cosa orientarmi. La mia Cara Francesca, responsabile del settore ittico mi ha suggerito le diverse varianti fresche che potevo considerare. Così ho deciso per il branzino, dalle carni pregiate e delicate. Avevo acquistato anche i miei adorati carciofi da Yuri &Fabio, così, mi son detta:- perché non farne un tortino? Ho annusato il limone e ho deciso di grattugiarne la scorza e di filtrarne il succo…. da piccola, adoravo mangiare i capperi, così magari davanti alla tele… squisitamente salati siiii!!! Cos’ mi sono venuti in mente e li ho schiacciati grossolanamente, percependone ogni nota. Quest’estate siamo stati nella mia adorata Puglia, nel Salento e tornando dal mare (Lido San Giovanni) siamo stati catturati dall’inebriante profumo generato da distese e distese di pomodori messi ad esiccare. Al rientro, ho postato una ricetta (Rotolo rustico) realizzata con i loro prodotti. In quell’occasione, abbiamo fatto scorta di ogni ben di Dio, visto che si trattava di un’azienda agricola a conduzione familiare animata da una smodata passione per la terra. Vien da sè, che ogni prodotto era frutto di sacrificio, pazienza e amore e gli stessi capperi anche in quest’occasione ne hanno dato ampia prova. La qualità degli ingredienti, è indispensabile alla buona riuscita di un piatto. Mentre sistemavo il composto di pesce nella pirofila, i diversi odori si fondevano lievemente, perché ognuno ne conservava integra la singolarità e mi sono pienamente assaporata il momento.
Ingredienti per 2-4 persone:
– 2 branzini freschi medi -7 carciofi puliti – 1 scalogno – 1 spicchio d’aglio tritato – 1 ciuffetto di prezzemolo – Olio EVO q.b. – Vino bianco q.b. – 2 patate lesse – 2 albumi – 2 cucchiai di toscanello – Una manciata di capperi – 1 limone non trattato il succo e la scorza grattugiata – 3 cucchiai di latte – 30 gr di burro bio soya “provamel” – Sale q.b. – Pangrattato q.b. Procedimento: Far saltare i carciofi con lo scalogno, l’aglio, l’olio, il sale e il prezzemolo tritato. Sfumare con un po’ di vino bianco e lasciare evaporare a fiamma viva. Cuocere per una diecina di minuti e spegnere. Cuocere i branzini per non più di 5 minuti, insieme ad un filino di olio, e vino bianco. Aspettare che si freddino ed iniziare a pulirli da ogni lisca e spina. Riporre il tutto in una capiente terrina. Aggiungervi un po’ di sale, le patate schiacciate ed il latte. Tritare i capperi e mescolarli col succo di limone e la buccia grattugiata. Aggiungere la salsina alle patate col pesce, unirvi il formaggio ed i carciofi. Amalgamare ben bene tutti gli ingredienti ed infine, montare a neve ferma gli albumi e mescolarli dal basso verso l’alto al composto. In una pirofila media, adagiarvi un foglio di carta da forno bagnato e strizzato. Spolverizzate la superficie col pangrattato e versarvi la Sriciolona di pesce. Aggiungere qualche noce di burro e spolverizzare ancora col pangrattato. Infornare a 180° ventilato per 40-45 minuti e sfornare quando la superficie apparirà dorata.

Annunci

14 Comments Add yours

  1. coccolatime ha detto:

    questa ricetta è talmente profumata che la sento da qua!!!!

    1. Grazie Enrica:-) effettivamente avvolge la cucina e la casa di un profumo davvero invitante:-)

  2. The Master Of Cook ha detto:

    Mi sembra un ottimo modo di consumare il branzino Marilena.
    I capperi davanti alla tv… sempre meglio delle chips! ah ah ah

    1. Grazie Emanuele:-) soprattutto perché tu, hai il piacere di leggere tutto l’articolo. Mi fai felice:-) Abbraccio MEGA

    2. Ma che bontà Marilena! È proprio un gran piatto, pieno di profumo e sapore.
      Sai che anch’io nell’acquisto del pesce mi lascio sempre tentare dall’offerta del mercato e alla fine riescono delle ricette veramente interessanti?

      1. Grazie Silva Cara:-) mi fa sempre tanto piacere quando apprezzi i miei piatti con attenzione e affetto…. Ti voglio bene:-)

      2. Ricambio, tesoro. Ho un favore da chiedenti, lo stesso con il quale mi sono rivolta ad A fine binario. Ci deve essere un problema tra il mio blog e WordPress. Hai visto il mio post “Un intrigante ragù di zucca e gamberetti” pubblicato oggi? Mi sai dire se è visibile per favore? Grazie cara per la collaborazione.

      3. No Silva:-( io non lo vedo e ti dirò di più: avrò provato non so quante volte a commentare le tue”braciole di maiale”senza successo:-( ragion per cui, credo di averr anch’io qualche problema , vista la pubblicazione di oggi(nn so se hai notato il disordine, all’inizio mi aveva pubblicato solo l’immagine, senza il testo!)…. se riesci a risolvere dimmi come hai fatto,ok? Serena notte a te:-)

      4. Grazie della collaborazione cara, mi pareva strano infatti. Ho girato il problema a mio figlio, che è il mio guru e l’artefice della parte tecnica del blog. Spero possa fare qualcosa. Poi ti dico. Buona serata, Marilena.

      5. Buongiorno Marilena. Forse il problema è risolto. Mi confermi che puoi vedere la ricetta di ieri e anche quella di oggi? È bastato un clic a quanto pare… misteri della tecnologia!

  3. Te l’avevo detto o l’avevi capito che io e il pesce andiamo d’accordo in modo un po’ strano? Ne adoro alcuni, non ne sopporto altri!
    Il branzino è uno di quelli che…non lo so…a volte si, a volte no. Sicuramente preparato come lo hai fatto tu, mi piacerebbe molto di più. I profumi e i sapori del sud con il pesce sono una meraviglia.
    Deve esserci qualche problema nel lettore di wordpress. Non ritrovo più i post di alcuni e non riesco a capire perchè. Anche i tuoi ad esempio non li vedo, devo venire a cercarti direttamente (anche se lo faccio con piacere, mi piacerebbe trovarti nel mio lettore direttamente).
    Un abbraccio!

    1. Ciaoooo:-) Capita la stessa cosa anche a me e da un mese:sto impazzendo, inoltre non mi fa inviare i msg(a lagreg per esempio, ci provo da 4gg:-( ) Cmq, i tuoi grissini:un successone, ma prox vt proverò con la farina giusta ho usato la manitoba bio…. Allora Buon San Valentino♡♥♡ Ti abbraccio

      1. Ah, non sono l’unica allora….
        bene per i grissini! Sono contenta che siano venuti bene! Ma hai avuto problemi con la farina?
        Buon San Valentino anche a te!

  4. afinebinario ha detto:

    Richiede una bella preparazione questa ricettina. Tra pulire i carciofi e pure il pesciolino il tempo passa e l’uom non se ne avvede. Il tortino è allettante e a quel punto si può tagliare come fosse una frittata.
    Immagino quanto sia buono il gusto carciofo + pesce. Slurp 😉
    Ricettina da fare senza dubbio.
    bacione Marilena 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...