Zitoni alla crema di cavolo bianco e salsiccia (al profumo di limone)

zitoni-alla-crema-di-cavolo-bianco-ok

Era da tanto tempo che volevo prepararli, che erano in dispensa……… Ed ecco che con i primi ortaggi autunnali mi è venuta l’ispirazione……… Fuori uggioso e piovoso, ma dentro col camino scoppiettante che coccola, la creatività trova il suo habitat ideale……….. Gli Ziti, in questo caso Zitoni sono una pasta di grano duro tipica della mia Puglia. Il nome viene dal dialetto, dove per “ziti” s’intendono “i fidanzati”, e una volta questo tipo di maccheroni si mangiavano solo in occasione di un matrimonio…… Generalmente si cucinano spezzati, semplicemente col ragù della Domenica, quello cotto lentamente per almeno 3 ore e buono come poche altre cose al mondo……. Io ho pensato di prepararli al forno e con una crema di cavolo al limone delicata che riesce ad affinare anche un sapore ed un profumo forte come quello del cavolo bianco…… .. Un primo piatto ideale per i primi freddi e quelli a venire, perchè capace di conciliare e fondere insieme le diverse note di sapore che lo caratterizzano. Il vino sorseggiato è stato il rosso Manciano DOC dal sapore secco e nel contempo morbido.
Zitoni con crema di cavolo bianco
( al profumo di limone)
Ingredienti per 4 persone:
– 300 gr di Zitoni
– 500 gr di cavolo bianco cotto al vapore
– La scorza grattugiata di 1 limone non trattato
– 300 gr di salsiccia di suino
– 1 scalogno
– 1 spicchio d’aglio
– 1 foglia di alloro
– Due dita di vino rosso
– 100 gr di pecorino delicato
– 50 gr di granella di nocciole
– Pangrattato q.b.
– Olio EVO q.b.
Besciamella
– 50 gr di farina di farro
– 50 gr di burro bio di soia
– 500 ml di latte di soia
– Sale q.b.
– Noce moscata q.b.

Svolgimento:
Preparare la besciamella facendo sciogliere lentamente il burro, unirvi la farina setacciata ed il latte. Lavorare energicamente con una frusta d’acciaio, affinchè non si formino grumi. Cuocere su fiamma bassa, finchè non si addensi. Salare e grattugiarvi la noce moscata. Con l’aiuto del minipimer ridurre in crema i cavoli insieme ad un pò di besciamella e la scorza grattugiata del limone, assaggiare ed eventualmente aggiustare di sale. In una padella cuocere la salsiccia insieme all’aglio tritato senz’anima, lo scalogno e l’alloro. Rosolare da tutti i lati e sfumare col vino. Dopo 5 minuti spegnere, la carne non dev’essere cotta, ma deve solo insaporirsi, ed eliminare l’alloro. Eliminare la pelle che ricopre le salsicce e sminuzzarla con le mani. Lessare la pasta e scolarla al dente. In un’ampia pirofila sistemarvi un pò di besciamella insieme alla pasta, la salsiccia con il suo sughetto, la crema di cavolo al limone, il pecorino ed amalgamare bene. Aggiungere la restante besciamella, le nocciole tritate e un pò di pangrattato. Cuocere in forno preriscaldato a 180°per almeno 10 minuti. Non appena si sarà dorata a crosticina delle nocciole servire in tavola.

Annunci

15 Comments Add yours

  1. Il mio unico incontro ravvicinato dei terzo tipo con gli ziti non è stato granchè… la prossima volta li faccio con la tua ricetta, Marilena!!

    1. È una pasta dal carattere particolare e come tale necessita di cure e attenzioni diverse, ma tu Cara Silva sei in grado di gestire situazioni ben più ardue😜 figuriamoci “li ziti” come si chiamano in Puglia😃😃😃

  2. Direi spaventosamente buoni e golosi, da leccarsi i baffi e farci la scarpetta! Mi piace la nota fresca della scorza di limone..buona!!
    ciao bellezza, buon pomeriggio!

  3. afinebinario ha detto:

    “Li ziti” effettivamente sono una pasta un pò particolare, da addomesticare direi. Son tubetti lunghi però una volta presa la mano si prestano a parecchie interpretazioni culinarie, li ho mangiati anche al forno al posto delle lasagne. Ricordo la volta che li mangiai col ragù di carne, non riuscendo ad arrotolarli con la forchetta, perdonami ma ero alle prime armi e men che meno erano stati spezzati, ricordo come fosse ora che li pizzicavo con i rabbi alla dove capita capita e loro ciondoloni seguivano il percorso che era: piatto, camicetta, capelli, bocca, un’insugata generale! Vabbè ero piccolina ma temo che oggi sarebbe lo stesso 😯 “li ziti” li fabbricano troppo lunghi Marilena, dovresti fargli una voce! Accorciarli un pò tipo maccheroni, ecco, sarebbe più facile l’imboccatura 🙂
    Mi son distolta dalla ricettina … ricettina che col cavolo riacchiappo! 😉
    A proposito di cavolo leggo che ne occorre una buona quantità, 500 grammi che insieme alle tre salsicce sai che buon profumino? Buona la besciamella di soia, ottime le nocciole che formeranno la crosticina finale.
    Il vino dovrebbe essere di qualità o non è buono che ne usiamo solo due dita?
    Ci scherzo ma a me questo primo piatto “mi piace” e per elogiarne il sapore ho preferito dilungarmi un pò, certa della tua benevole comprensione.
    … e complimenti sempre al fotografo, ci si potrebbe tuffare a pesce dentro l’immagine tanto è reale 😉
    Un abbraccio adorabile pugliese
    Affy

    1. Sei incredibile Affy😆 ma come farei senza i tuoi commenti? Persa! Questo sarei😨😱😜U bellissimo fine settimana a te Amica Dolce e Cara.

  4. panelibrienuvole ha detto:

    Questa ricetta fa proprio gola! Adoro la pasta ripassata in forno e pure il cavolo…visto che la stagione è appena iniziata, me la segno per farla durante l’inverno!
    Ciao,
    Alice

    1. Ciao Alice☺beh, effettivamente è davvero buona! Un frizzantissimo Venerdì a te😉

  5. Laura ha detto:

    Mamma mia che buoni, bravissima Marilena, ho segnato la ricetta, da fare assolutamente, baci cara, ❤

    1. Grazieeeee Cara Laura😃 e un Felicissimo week end di sole a te!

      1. Laura ha detto:

        Buon weekend anche a te, ❤

  6. acasadisimi ha detto:

    Ma che si fa così???? io mi sto bevendo il caffè e mi trovo davanti questa meraviglia!!! domenica li devo fare…..i miei figli ne saranno super felici! ❤
    Felice weekend!
    Simi

  7. ChgoJohn ha detto:

    This dish has made me so hungry! I am to go out to dinner with friends but I know that nothing I order will be as good as your recipe. Thank you for sharing.

  8. marzia ha detto:

    Marilena, mando il link del tuo blog ad un paio di amiche patite di molte pietanze che vedo raffigurate. 🙂

  9. giannasandra ha detto:

    Wow buonissima e golosa… me la segno subito… da fare assolutamente… grazieee… buon pomeriggio con un dolce sorriso 🙂

    1. Ne sarai felice!😘 un dolce sorriso anche a te Cara😄

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...