Pizza con spinaci, soppressata e asiago

pizza-spinaci--sopressata-e-asiago

Appuntamento settimanale con la PIZZAAAAA!!!!
Ci sono! Sto per affondare le mie manine in quella che per me, rappresenta una fonte viva di emozioni e sensazioni: la farina.
Ora, gli ingredienti sono sempre diversi a seconda di quello che vado a reperire tutte le settimane dalla mia Cara Gabriella: fornitrice diretta delle mie verdure BIO. Questa volta, abbiamo avuto la fortuna di assaggiare gli spinacini appena colti. Una fonte di nutrienti essenziali che vengono preservati al meglio, solo da crudi.
La soppressata calabra , assieme all’Asiago poi, hanno conferito al piatto quelle note di carattere deciso e prelibato che ne hanno proclamato il successo. La PIZZA è un momento di FELICITA’ totale che ci pervade e ci inebria tutte le volte in maniera diversa. Il camino acceso con le luci soffuse, le candeline sparse qua e là e magari la musica giusta che fa da sottofondo, (per noi è stata Buddha Bar 4) e la serata diventa un vortice di percezioni diverse che chiamano in causa tutti i sensi. A completare il tutto la birra giusta, quella che ci ha accompagnato per tutta la serata, la Nastro Azzurro.
Ingredienti per l’impasto:
– 170 gr di farina di grano tenero per pizza “selezione Casillo”
– ½ bustina di lievito mastro fornaio “Paneangeli”
– La punta di un cucchiaino di sale
– 1 cucchiaino raso di zucchero
– 1 cucchiaio di Olio EVO
– Acqua tiepida 150 ml c.ca
Per guarnire:
– 250 gr di spinacini freschi crudi
– Sale q.b.
– Una grattugiata di noce moscata
– 6 fettine di soppressata tagliata sottile
– 30 gr di asiago grattugiata
– Olio EVO un filino

Preparazione dell’impasto:
setacciare sulla spianatoia la farina insieme al sale, lo zucchero, il sale ed infine l’olio. Iniziare a versare l’acqua e man mano lavorare il tutto, finché non si raggiunga una consistenza compatta ed elastica. Io di solito, la lavoro almeno 10minuti.
Con un coltello incidere il panetto a croce e lasciare lievitare per almeno un’ora al riparo da spifferi, il forno spento è l’ideale. Trascorso questo tempo, stendere la pasta e condirla. Sulla base, distribuire la soppressata e un filino d’olio, coprire con gli spinaci, ancora un filino d’olio , un pizzico di sale e una grattugiata di noce moscata. Infornare a 250° ventilato. Quando i bordi appariranno dorati, tirare fuori dal forno e grattugiare sull’intera superficie il formaggio. Infornare nuovamente per 3 minuti c.ca, finché il formaggio non si sciolga. Pizza pronta, TANTA felicità a tutti!

Annunci

4 Comments Add yours

  1. Una splendida pizza “fusion”! Spinaci Piemontesi km 0, sopressata Calabrese, Asiago Veneto… Che spettacolo!
    Buon pomeriggio Marilena, ti abbraccio.

  2. la Greg ha detto:

    hai proprio detto bene…la pizza è un momento di FELICITA’!!!
    e con gli spinacini quanto è buona???

    bacioni e buon weekend
    Silvia

  3. afinebinario ha detto:

    Sono stata lontana per problemi con l’adsl, nel frattempo hai sfornato una bella pizza, condita a mestiere. Mi piace tutto: la soppressata, gli spinaci, l’asiago. 😉
    Il bello della pizza è che quando hai pronto quel disco di pasta puoi inventarti qualunque condimento: difficile sbagliare.
    La pizza mi coinvolge sempre, trooooppo buona 😉
    un abbraccione Marilena 😉

    1. hai ragionissima! La PIZZA è un MONDO, in cui puoi deciderne ogni volta una destinazione-un gusto diverso! Tu come stai? sbaglio o sei un tantino scarica? SIII che mi sbaglio, vero? Carezza:-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...