Involtini di vitello su letto di zucchine

INVOLTINI-DI-VITELLO-SU-LETTO-DI-ZUCCHINE

“Coloro che fanno indigestione o si ubriacano non sanno né bere né mangiare”( A. B. Savarin)

La tradizione degli involtini di carne è molto diffusa nell’Italia del centro-sud con diverse varianti. In Puglia, ad esempio, si chiamano braciole. Vengono fatte cuocere a lungo, per ottenere un sugo corposo e saporito, proprio come per il ragù, fatto coi diversi pezzi di carne e volendo anche con le polpette. E poi nei paesi più piccoli, come il mio, anche se ora tanto piccolo più non è, vi sono delle trattorie e pizzerie, dove ti scaldano il panino e dentro lo farciscono con la braciola e il sugo, e non vi dico che sapore!! Gli involtini che ho preparato oggi sono una delizia. La carne vi si scioglierà in bocca, talmente tenera e gustosa. L’autunno si fa sentire e con il calo delle temperatura, si avverte il bisogno di sapori più intensi, che ti sappiano scaldare. Un piatto riccamente assortito di proteine animali e vitamine, nutrienti essenziali per affrontare al meglio il primo freddo. A completare il piatto, esaltandone il gusto, affiancheremo una chicca Marchigiana, un rosso Veneranda vite con una buona sapidità e dai richiami fruttati e speziati.
Ingredienti per 5 involtini:
– 200 gr di fettine sottili di vitello
– 100 gr di fontina
– 100 gr di pancetta coppata piacentina
– 1 mazzetto di aromi misti: alloro, salvia, rosmarino
– 1 spruzzata di brandy
– 30 gr di burro di soia
– Olio evo q.b.
– Farina di semola q.b.
– 300 gr di zucchine verdi piccole
– 1 spicchio d’aglio
– 1 ciuffetto di menta
– Sale q.b.
Preparazione:
Tagliare a rondelle le zucchine e farle cuocere con l’olio, sale, menta ed aglio, schiacciato senza l’anima, per almeno 10-15 minuti.
Preparare gli involtini, rigirando bene la fettina di vitello nella farina, prima di farcirla. Adagiare su ogni fettina di carne, la pancetta, la fontina e qualche ago di rosmarino. Chiudere con uno stuzzicadenti da eliminare a fine cottura. Rigirarli ancora ben bene nella farina fino al momento di cuocerli.
In una padella scaldare l’olio col burro, l’alloro e la salvia. Sistemarvi gli involtini e cuocere col coperchio, per evitare che schizzi fuori l’olio a fiamma vivace per almeno 3 minuti per parte, prima di rigirarli. Trascorsi altri 3 minuti, fiammare col brandy e lasciare sfumare. Saranno cotti al massimo in dieci minuti totali, in quanto la carne è sottile e tenerissima. Servirli caldi sul letto di zucchine.

Annunci

10 Comments Add yours

  1. sweetsweethouse ha detto:

    Ciao Marilena,
    questi sono dei signori involtini! Io li faccio sempre semplici semplici ma la prossima volta voglio provare i tuoi!
    A presto
    Giusy

    1. Sono così buoni, che io, non amante della carne in particolar modo, ne ho mangiati ben 4!!! Si sciolgono in bocca! Chiaro però, che la qualità della carne è fondamentale! Un abbraccio e GRAZIE!!!

  2. Meraviglia! Col passaggio nella semola vengono belli croccantini allora, bella idea sai.

    1. È proprio così, la semola gli regala giusto quel grado di croccantezza che li rende così irresistibili. Grazie Cara Silva e Felice Giornata a te.

  3. Antonio Tomarchio ha detto:

    Mi hai stimolato l’appetito. .. 😉

  4. Bene! Il cibo cura diversi stati d’animo. Allora buon pranzo! E grazie!

  5. afinebinario ha detto:

    Marilena carissima … tu vuoi farmi morire così! Poco ci manca che allungo la mano sul desktop e afferro il manicaretto che esponi. 🙄
    Gli involtini non sapevo che in Puglia li chiamassero braciole … però in Sicilia li chiamano “braciolettine” quelli piccolini da infilzare come spiedini. 😉
    Buonissimo l’abbinamento involtino su letto di zucchine, si sposa bene il gusto.
    Ascolta … tu fai cinque involtini e ne mangi quattro???? Quindi al fotografo di casa … ne hai lasciato uno! 😦 Ahahahahah speriamo non legga! 😳
    Insomma qui non c’è da commentare la ricetta … qui bisogna mangiare e chi s’è visto s’è visto!
    Brava ma che dico … bravissima! 😉
    un abbraccio carissima

    1. Grazie! Sei Cara tu… in questi gg sono da sola:-( svelato il perché! La quantità di carne sarebbe stata nettamente superiore in sua presenza! Ma tu prova ad allungarla la forchetta che magari qcs l’afferri:-) Mi stra-piace leggere i tuoi commenti, mannaggia:-) Ti abbraccio caramente xxx

      1. afinebinario ha detto:

        e che non riesco proprio a star zitta, boccaccia mia! 🙂
        tu sei ‘na tipa scherzosa si capisce dall’immagine con la cucchiara in mano e allora … si fanno due battute tra noi! E’ sempre un piacere venire a trovarti e stare un po’ da te.
        n.b. l’involtino rimasto lo faccio fuori io! C’è chi buca il video e chi buca il desktop … 🙄
        bacione

      2. Senti chi parla!!! Te anche mi fai tanto sorridere sai? Però pensavo che forse sarebbe meglio se tu venissi direttamente a cena da me, visto quanta roba ho nel frigo! Sai col Blog,devo sfornare lo stesso, così cucino, cucino e ho roba per un plotone:-) Che follia “sta Blogger”! Vero? Ma poi le foto gliele spedisco, perché ci tiene molto a collaborare, ma sentissi quale sofferenza per lui, limitarsi solo a questo! E così gli ho detto:- Così, sai cosa provano i miei amici Blogger:-( Ma non si è divertito!Vabe’ era una battuta daaaaii!!! Bacio a te:-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...