Pizzelle

PIZZELLE
Le pizzelle, hanno un nome diverso a seconda della zona geografica in cui si vive. Sono conosciuti anche come Calzoni o Zeppole. Ma nella mia vita, quando si diceva:- stasera per cena ci sono le Pizzelle, si esultava di gusto!!!
Quanti bei ricordi d’infanzia sono legati a questa preparazione.
In estate, si saliva a bordo della Opel Kadet 1200 di Papà e con la Mamma, tutti insieme, si andava a trascorrere qualche giorno ai trulli da Zia Antonietta (sorella di Papà) a Martina Franca, dove l’aria era più fresca. Zia Antonietta, insieme alla Mamma, si mettevano in cucina e impastavano chili di pasta ed alla sera eravamo davvero in tanti a gustare le pizzelle. E poi, c’era il mitico divano a dondolo a cui tutti noi, insieme agli altri cugini ambivamo e ci contendevamo…. al pomeriggio si andavano a prendere le uova fresce ed il latte e durante il tragitto, si raccoglievano le more selvatiche e si mangiavano strada facendo. Quei momenti, sembravano eterni nell’attimo in cui si vivevano, eppure sono volati via e con loro anche le persone che li rendevano speciali ed unici…..Quello che resta sono i ricordi e le tradizioni che alimentano quotidianamente il nostro presente, arricchendolo di un sapore antico e irripetibile.

Pizzelle
Ingredienti per 20 pizzelle:
– 350 gr di farina di grano tenero 0
– Farina di grano duro q.b. per stendere il panetto
– La punta di un cucchiaino di sale
– 1 cucchiaino di zucchero
– 2 cucchiai di Olio evo
– 1 bustina di lievito mastrofornaio paneangeli
– Acqua tiepida q.b.
Per il ripieno:
150 gr di prosciutto cotto
150 gr di mortadella
150 gr di scamorza o provola dolce
300 gr di pomodorini piccoli freschi
Sale q.b.
Olio evo q.b.
Origano q.b.
Per friggere:
– Olio di semi q.b.
Preparazione:
Setacciare la farina assieme al lievito, sale, zucchero ed olio. Con l’acqua tiepida iniziare ad impastare, finchè non si raggiunga una consistenza elastica e compatta. Fare un segno a croce sul panetto e mettere a lievitare nel forno spento per un’ora.
Intanto prepararsi tutti gli ingredienti. Tagliare la scamorza a dadini, affettare a strisce il prosciutto, la mortadella ed infine a pezzetti i pomodorini.
Cospargere il piano da lavoro di farina di grano duro , stendere la pasta lievitata in una sfoglia sottile e con un taglia pasta medio, ritagliare tanti cerchi. Ogni cerchio, viene allargato con le mani o col mattarello e riempito su un lato con un pò di pomodorini, sale,origano, scamorza ed a scelta prosciutto o mortadella ed un filino di olio. Chiudere la pizzella per bene, affinchè non fuoriesca il ripieno. Continuare allo stesso modo con la restante pasta.
Scaldare l’olio bollente e proseguire nella cottura delle pizzelle.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...